Greece & Love Island

grecia gay

Viaggi gay

In Grecia l’omosessualità è legale a partire dai 17 anni di età, tuttavia la società greca è ancora abbastanza omofoba: le coppie omosessuali saranno trattate con rispetto e cortesia ma al di fuori delle grandi città potranno spesso essere oggetto di risatine e di sguardi divertiti.
Ciononostante la Grecia è meta di moltissimi turisti omosessuali. Il turismo gay si concentra specialmente sulle isole, in particolare a Rodi, Santorini Ydra, Skiathos e Mykonos.
Sull’isola di Lesbo (Mytilini), la località di Skàla Eresoù, patria della poetessa Saffo, è diventata una sorta di luogo di pellegrinaggio per le viaggiatrici lesbiche.

il clima è mediterraneo, con estati molto calde, scarse precipitazioni e inverni miti. Nelle regioni interne e sui rilievi il clima può diventare continentale, con piogge frequenti, inverni freddi e nevosi.

grecia, greece, gay holidays, gay travel, viaggi gay, q-way, gay greece, gay mykonos, mykonos, greece

Grecia – Atene

Secondo le stime per il 2010, la Grecia ha una popolazione di circa 11.300.000 abitanti, composta per il 98% da greci e per il restante 2% da varie minoranze.

La Grecia è una repubblica parlamentare; la Costituzione, adottata l’11 giugno 1975, include specifiche garanzie delle libertà civili.

Il Presidente della Repubblica è scelto da una maggioranza qualificata del Parlamento per un mandato di cinque anni rinnovabili una seconda volta. Tuttavia, è il Primo Ministro con il suo governo che svolge il ruolo centrale nel processo politico, mentre il presidente svolge funzioni governative molto limitate, oltre che le funzioni cerimoniali e di rappresentanza.

La cucina greca vanta una plurisecolare tradizione gastronomica, principalmente di tipo mediteranneo

Mykonos

Mykonos

I piatti più conosciuti anche al turismo internazionale sono il moussaka, lo stifado, l’insalata greca (a base di pomodoro, cipolla, olive nere, formaggio feta e origano), la spanakopita (a base di spinaci), la tyropita, i ghemistà (pomodori e peperoni ripieni di riso, carne macinata e varie spezie), il souvlaki (uno spiedino di maiale alla brace) e il gyros.

Altri piatti piuttosto diffusi sono la skordalia (un purè di patate con noci, mandorle, aglio e olio d’oliva), lo tzatziki (yogurt, cetrioli, anice, aglio e olio d’oliva), il polpo grigliato, il formaggio feta (spesso servito con un pizzico di origano e olio d’oliva), i dolmades (involtini di riso in foglia di vite), vari legumi cucinati in vario modo, le olive (quelle di Kalamata fra le più famose al mondo), e vari formaggi regionali. L’olio di oliva, di cui la Grecia è il terzo produttore mondiale e il maggiore consumatore pro-capite al mondo è presente quasi in ogni piatto.

Mykonos

Mykonos

Dessert molto famosi sono il galaktoboureko (a base di latte, uova, zucchero e pasta phyllo, anch’essa di origine greca), lo yogurt con miele e noci (spesso mangiato a colazione), la vassilopita (mangiata a Capodanno secondo tradizione), il baklava e il kadaifi, questi ultimi due in comune con la cucina mediorientale.

Le spezie e gli aromi più usati sono l’origano, la menta, l’aglio, l’anice, le foglie di alloro, il timo, il basilico e la cannella.

Fra le bevande, il vino è sicuramente fra le più importanti, ce ne sono moltissime varietà sia di rosso che di bianco, anche se il più famoso è sicuramente il retsina, un vino bianco aromatizzato con la resina di pino e prodotto principalmente nella regione dell’Attica. Inoltre si ricorda l’ouzo (aromatizzato all’anice), il metaxa (un brandy molto famoso) e il caffè frappé, inventato in Grecia nel 1957 da Dimitrios Vakondios.

Guarda le nostre offerte per Mykonos

Commenti chiusi